Provvedimenti Trump: ecco cosa ha fatto il Presidente degli Stati Uniti fino ad ora

image_pdfimage_print

Provvedimenti Trump: ecco cosa ha fatto il presidente degli Stati Uniti fino ad ora

Fonte e link: https://www.forexinfo.it/Provvedimenti-Trump-ecco-cosa-ha-fatto-il-presidente-degli-Stati-Uniti?utm_source=Forexinfo+Forex+Trading+Online&utm_campaign=fff9108d9a-forexinfo-daily-email&utm_medium=email&utm_term=0_4302bacf08-fff9108d9a-302716845

31 Gennaio 2017

Quali sono stati i provvedimenti di Donald Trump fino a questo momento. Seguiremo insieme i primi 100 giorni di governo e le decisioni che sono state prese fino ad oggi.

Donald Trump ha deciso di non perdere tempo e subito dopo la cerimonia del suo insediamento ha iniziato a prendere provvedimenti e ad applicare il suo programma elettorale.
Si attendono dei grandi cambiamenti in America e i primi 100 giorni di governo saranno decisivi per capire in che modo imposterà il suo mandato.

Mentre in molte città continuano le proteste e gli Stati Uniti sono infiammati da migliaia e migliaia di manifestanti in piazza, Trump continua per la sua strada. Quello che aveva promesso in campagna elettorale lo sta cominciando a mettere in pratica.
I primi provvedimenti hanno riguardato proprio il muro con il Messico, l’abolizione dell’Obama Care e le restrizioni sulle politiche migratorie.

Nulla che non fosse stato già preventivato in campagna elettorale e che non fosse diventato un punto del programma di Trump. I mercati sembrano reagire piuttosto bene al nuovo presidente e il Down Jones tocca il suo massimo storico, 20.000 punti.

Vediamo adesso nel dettaglio cosa ha decretato dal giorno dell’insediamento fino ad oggi Donald Trump e quali sono state le promesse della campagna elettorale rispettate. Seguiremo tutti provvedimenti di Trump fino al 100° giorno di governo e vedremo quali sono le principali decisioni del 45° Presidente degli Stati Uniti.

Provvedimenti e decisioni Donald Trump: cosa ha stabilito fino ad ora?

Il 20 gennaio 2017 Donald Trump ha giurato sulla Bibbia, davanti a migliaia di persone che assistevano alla cerimonia. Alle ore 18:00 di quel venerdì iniziava il mandato del 45° Presidente degli Stati Uniti, che poche ore dopo si sarebbe subito messo al lavoro.

Non è infatti passato tanto tempo da quando si è insediato il presidente a quando sono stati approvati i primi provvedimenti. Donald Trump si è infatti subito messo al lavoro e ha posto la sua firma sui primi cambiamenti che hanno portato l’America nell’era Trump.
Ecco cosa ha fatto fino ad ora Trump e quali sono state le sue mosse più importanti:

  • 23 gennaio 2017 firmato il provvedimento per mettere fine al TPP, il Trans Pacifici Partnership. Viene così ufficialmente affossata l’idea che di un commercio libero delle merci, idea bocciata anche in campagna elettorale;
  • 23 gennaio 2017 ordine esecutivo che vieta l’utilizzo di fondi federali alle ong pro aborto. Il provvedimento risale al 1984 e da allora le amministrazioni repubblicane lo reintroducono, mentre i presidenti democratici lo riportano in vigore. Anche questo provvedimento non è di certo una sorpresa, date le dichiarazioni di Trump in campagna elettorale e lo schieramento religioso repubblicano che lo appoggia;
  • 23 gennaio 2017 viene firmato un decreto per smantellare l’Obamacare, proposta che mai piaciuta a Trump e con la quale l’assistenza sanitaria torna ad essere totalmente privata;
  • 24 gennaio 2017 Trump firma per riprendere la costruzione di due oleodotti a cui Obama aveva invece messo un freno. Le proteste sorgono immediate in tutta l’America, dal momento che uno degli oleodotti è lungo 1.897 chilometri e attraversa zone caratterizzate da un ecosistema delicato;
  • 25 gennaio 2017 un tweet Trump annuncia la decisione di sbloccare i fondi per la costruzione al confine con il Messico. Anche questa era una promessa più volte ribadita in campagna elettorale e diventata poi uno dei suoi primi provvedimenti.

    Anche questa però non è stata una sorpresa, dal momento che la costruzione del muro con il Messico è stato uno dei cavalli di battaglia di Trump.

  • 27 gennaio 2017 il Presidente stila una lista di 7 paesi islamici, impedendo alle persone provenienti da queste zone di entrate negli Stati Uniti. Un provvedimento già annunciato, ma che ha comunque fatto discutere molti;
  • 30 gennaio 2017 il Ministro della Giustizia viene licenziata perché non appoggia la politica di Trump sul blocco all’immigrazione. Sally Jates, nominata durante il mandato di Obama, viene quindi sollevata dal suo incarico e al suo posto viene nominato Dana Boente.

Nei prossimi mesi Donald Trump non cambierà la sua politica governativa, ma continuerà con le linee guida presentate nel suo programma elettorale e dal quale al momento non si sta distaccando molto.

IL NOSTRO COMMENTO: Se continua su questo binario avrà breve durata. Già comincia a stare sulle palle a molti Americani e non. A noi non piace nè come persona nè come politico. Avrebbe potuto investire i suoi miliardi in altre operazioni. La politica non fa per Lui. Arritirati!

print



Categories: Cronaca e Attualità, Politica, Primo piano

Questo Articolo è stato visualizzato da 10 Utenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *