Restituzione bonus Renzi 80 euro: chi deve restituirlo e perché. Guida per il contribuente

image_pdfimage_print

Restituzione bonus Renzi 80 euro: chi deve restituirlo e perché. Guida per il contribuente

Restituzione bonus Renzi 80 euro: chi deve restituirlo e perché. Guida per il contribuente

Chi deve restituire il bonus Renzi 80 euro e perché? Ecco la guida completa alla restituzione del bonus Renzi 80 euro con tutte le istruzioni e gli importi.

Il bonus Renzi 80 euro dovrà essere restituito da migliaia di contribuenti italiani? La notizia, che sta girando parecchio sul web in questi giorni, riguarda il famoso bonus 80 euro varato subito dopo l’insediamento del Governo Renzi nel 2014: si tratta di bufala o di realtà?
Diciamolo subito: il bonus Renzi 80 euro dovrà essere restituito dai contribuenti che hanno prodotto un reddito superiore al limite previsto o che commettono errori nella compilazione della dichiarazione dei redditi modello 730 precompilato.

Ecco chi sono i contribuenti interessati dalla restituzione del bonus Renzi 80 euro.

Bonus Renzi 80 euro: il Fisco chiede la restituzione dei soldi

La notizia è di questi giorni ma non è assolutamente una novità: il Fisco chiederà la restituzione del bonus Renzi 80 euro ad alcuni contribuenti.
E qui occorre fare chiarezza: quali contribuenti sono interessati dalla restituzione del bonus Renzi 80 euro?

Si tratta fondamentalmente di tre tipologie di contribuenti:

  • coloro che hanno percepito un reddito inferiore alla no tax area ovvero agli 8.000 euro;
  • coloro che hanno percepito un reddito superiore al limite previsto dalla Legge (ovvero 26.000 euro);
  • coloro che hanno commesso o addirittura subito (nel senso che è stata l’Agenzia delle Entrate a commettere l’errore) errori nella compilazione della dichiarazione dei redditi modello 730 precompilato.

Restituzione bonus Renzi 80 euro: ecco un’utile tabella sinottica

Per una percezione più immediata degli importi del bonus Renzi 80 euro e delle fasce di reddito che ne consentono o meno la fruizione, si propone la seguente tabella sinottica:

Fasce di reddito Importo bonus Renzi 80 euro
Reddito ≤ 8.000 euro il bonus è pari a 0 poiché vi è incapienza d’imposta
Reddito > 8.000 e ≤ 24.000 euro il bonus è pari a 960 euro annui (80 euro al mese)
Reddito > 24.000 e ≤ 26.000 euro il bonus Renzi si ottiene così: [(26.000 – reddito complessivo)*960]/2.000
Reddito > 26.000 euro niente bonus Renzi 80 euro

L’aspetto più antipatico della vicenda è che i contribuenti interessati, pur avendo percepito il bonus Renzi 80 euro a rate durante l’anno precedente, dovranno restituire l’importo considerato in un’unica soluzione.
E ciò rappresenta un’evidente ingiustizia fiscale.

 

Sul punto è intervenuta anche la politica, con il vicepresidente della Camera Baldelli che nei mesi scorsi ha accusato il Ministero dell’Economia ed il Governo di scarsa attenzione nei confronti dei cittadini.

Bonus Renzi 80 euro: restituzione dovuta se il reddito è superiore a 26.000 euro

Uno dei motivi per i quali i contribuenti sono chiamati alla restituzione del bonus Renzi 80 euro è aver sforato il limite previsto dalla Legge per aver diritto alla percezione del bonus Renzi 80 euro medesimo.

Si ricorda, infatti, che il bonus Renzi 80 euro può essere accreditato in busta paga ai dipendenti che rientrano nelle seguenti fasce di reddito:

  • da 8.000 a 24.000 euro verrà corrisposto il bonus Renzi 80 euro integrale;
  • da 24.001 a 26.000 euro verrà corrisposto un bonus Renzi di importo ridotto e proporzionale rispetto allo scaglione di reddito prodotto.

I contribuenti che si trovano al di sotto degli 8.000 euro non possono percepire il bonus Renzi 80 euro in quanto vi è incapienza d’imposta. Che significa? Ciò vuol dire che le detrazioni per lavoro dipendente in tal caso sono maggiori rispetto all’imposta Irpef lorda dovuta.

Bonus Renzi 80 euro: restituzione dovuta in caso di errore

Un altro caso in cui la restituzione del bonus Renzi 80 euro è dovuta è quella in cui il contribuente, o addirittura l’Agenzia delle Entrate nell’ambito della dichiarazione dei redditi modello 730 precompilato, commetta degli errori in fase di indicazione di bonus e detrazioni fiscali.
Tali errori possono comportare la fuoriuscita dai parametri previsti per l’ottenimento del bonus fiscale.
Si consiglia, quindi, di prestare la massima attenzione ai dati indicati dall’Agenzia delle Entrate nella dichiarazione dei redditi modello 730 precompilato e, ovviamente, alle eventuali modifiche apportate dal contribuente stesso.

Bonus Renzi 80 euro: come evitare la restituzione al Fisco

I contribuenti possono evitare la restituzione del bonus Renzi 80 euro al Fisco: ecco come.

Per i contribuenti che durante l’anno sono già in grado di prevedere un reddito del periodo inferiore agli 8.000 ovvero superiore ai 26.000 euro si consiglia di effettuare tempestivamente la comunicazione al Fisco tramite il sito INPS.
Infatti, accedendo al cassetto previdenziale INPS del cittadino è possibile dichiarare di non avere più i requisiti per fruire del bonus Renzi 80 euro.

Per i contribuenti che, invece, non sono pratici di modello 730 e dichiarazioni fiscali in genere si consiglia di rivolgersi ad un iscritto all’albo dei dottori commercialisti e degli esperti contabili oppure ad un consulente del lavoro per accertarsi della correttezza del proprio modello 730 precompilato, così da evitare errori che possono comportare la comunicazione di restituzione del bonus Renzi 80 euro al Fisco.

IL NOSTRO COMMENTO: Che buffonate! Mandiamolo immediatamente a casa!

print



Categories: Politica, Primo piano

Questo Articolo è stato visualizzato da 210 Utenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *