Locazione transitoria: contratto

image_pdfimage_print

CONTRATTO DI LOCAZIONE LIBERO PER SODDISFARE ESIGENZE

DI NATURA TRANSITORIA

L’anno <…>, il giorno <…> del mese di <…> in <…> tra i Signori:

<…> , nato a <…>, il <…>, residente a <…>, via <…>, n <…>, codice fiscale n <…> in prosieguo denominato semplicemente locatore

E

<…> , nato a <…>, il <…>, residente a <…>, via <…>, n <…>, codice fiscale n <…> in prosieguo denominato semplicemente conduttore

SI CONVIENE E STIPULA QUANTO SEGUE:

1) il Sig. <…> concede in locazione al Sig. <…> l’appartamento ammobiliato (oppure) non ammobiliato di sua proprietà sito a <…> via <…>, n <…> per il canone annuo di L <…> , oltre agli oneri accessori da versarsi in quattro rate mensili anticipate alle seguenti scadenze: <…> ;

2) la locazione avrà la durata di un anno decorrente dal <…> e s’intende tacitamente prorogata di anno in anno se non viene effettuata regolare disdetta a mezzo raccomandata A.R. almeno sei mesi prima della predetta scadenza;

3) il predetto immobile viene dato in locazione esclusivamente per soddisfare esigenze di natura transitoria ai sensi dell’art.6 L.27 luglio 1978, n.392 in quanto il conduttore ha dichiarato di volerlo usare quale seconda casa (oppure) per soggiorno termale (oppure) per soggiorno di cura (oppure) per soggiorno turistico (oppure) per ferie (oppure) <…> ;

4) si dà atto che il locatore si è determinato a concludere il presente contratto in quanto il locatore gli ha dichiarato fornendogli idonea documentazione, e garantendone la veridicità, di abitare abitualmente con la propria famiglia in altro comune e precisamente in <…>, alla via <…>, n <…>, tel <…> ;

5) il mancato rispetto delle condizioni di cui ai punti 3 e 4 del presente contratto comportano la risoluzione del contratto ai sensi dell’art.1457 c.c.;

6) è assolutamente vietata la sublocazione del predetto immobile, anche se parziale;

7) il conduttore versa contestualmente alla firma del presente contratto la somma di L <…> pari a tre mensilità di canone a garanzia dell’adempimento degli obblighi contrattuali e del pagamento di luce, acqua, gas e spese accessorie. Su tale deposito il locatore corrisponderà, alla fine di ogni anno, al conduttore gli interessi legali maturati. Tale cauzione sarà trattenuta dal locatore a titolo di penale nel caso di recesso anticipato dal contratto da parte del conduttore. Essa sarà restituita solo dopo la constatazione del buono stato d’uso dei locali locati;

8) le spese di registrazione del presente contratto vengono poste a carico dei contraenti in parti uguali.

IL LOCATORE             IL CONDUTTORE

A norma degli artt.1341 e 1342 c.c. le parti previa lettura di ogni clausola e rilettura di quelle del presente contratto di cui ai punti 1-2-3-4-5-6-7 e 8 dichiarano espressamente di approvarle.

<…> , lì <…>

IL LOCATORE             IL CONDUTTORE

<…>                       <…>

print


Categories: Giustizia

Questo Articolo è stato visualizzato da 1.076 Utenti

2 replies

  1. Devo affittare un alloggio a Torino a studenti che rimangono solo un anno. Se faccio il contratto transitorio devo applicare gli accordi territoriali ed il canone diventa un terzo di quello di mercato, con agevolazioni fiscali comunque ridicole. I contratti liberi hanno durata 4+4 ed alla scadenza si deve pagare la penale. Ci sono vie alternative?
    Grazie. C.Tellaro

  2. Per i contratto Concordati o Concertati, il Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, con il decreto 30 dicembre 2002, ha stabilito i criteri generali per la realizzazione degli accordi da definire in sede locale per la stipula dei contratti di locazione agevolati ai sensi dell’art. 2, comma 3, della legge 9 dicembre 1998, n. 431, nonché dei contratti di locazione transitori e dei contratti di locazione per studenti universitari ai sensi dell’art. 5, commi 1, 2 e 3, della stessa legge.

    Agevolazioni fiscali per i conduttori:
    495,80 Euro per un reddito fino a 15.493,71 Euro;
    247,90 Euro per un reddito fino a 30.987,41 Euro.
    altre agevolazioni fiscali sono previste dalla L. 244 del 24/12/2007 (Legge Finanziaria 2008).

    Agevolazioni fiscali per i proprietari:
    Detrazione del 40,5 % sull’imponibile IRPEF
    Riduzione del 30% della Tassa di Registro
    Riduzione dell’aliquota ICI da parte del Comune per chi sottoscrive il contratto Convenzionato
    (varia da comune a comune)
    Condizioni per la detrazione da parte del proprietario (CM. 7.7.1999 n. 150/E):
    l’immobile locato deve essere costituito da un’abitazione;
    il contratto di locazione deve essere stipulato o rinnovato ai sensi degli artt. 2, co. 3, e 4, co. 2 e 3, della L. 431/98, vale a dire secondo il canale assistito. Non spetta l’agevolazione se il contratto è stato stipulato secondo il canale libero;
    l’immobile deve essere ubicato in un comune ad alta densità abitativa
    non trattasi di locazione transitoria (ad esclusione dei contratti ad uso studenti oppure stipulati con gli enti locali);
    nella dichiarazione dei redditi il locatore deve indicare:
    gli estremi della registrazione del contratto;
    gli estremi della denuncia dell’immobile ai fini ICI;

    Le consiglio di farsi assistere da qualche esperto della materia per non sbagliare nei calcoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *